Piemonte, i ritardi nei rimborsi mettono a rischio la reperibilità dei farmaci

Farmacia | Redazione DottNet | 10/12/2012 14:26

I ritardi nei rimborsi alle farmacie da parte delle ASl potrebbero mettere a rischio la reperibilita' di alcuni medicinali: lo denuncia Federfarma Piemonte, esprimendo preoccupazione per i crescenti ritardi nel rimborso per medicinali su ricetta rossa, che riguardano in particolare le 180 farmacie di Alessandria - gia' in credito di 20 milioni -, ma anche altre ASL di Torino, Cuneo, Asti.

''Il mancato o il ritardato rimborso delle farmacie da parte delle ASL - dichiara il presidente di Federfarma Massimo Mana - comporta l'impossibilita' per le farmacie di pagare le forniture di farmaci ai grossisti ed alle industrie che, a loro volta, si vedranno costrette ad interrompere le consegne dei medicinali''. Federfarma annuncia che, anche a tutela dell'utenza, attuera' iniziative giudiziali per ripristinare la puntualita' dei rimborsi, tenendo anche conto che ''la spesa per i farmaci e' garantita da un apposito stanziamento statale e che, almeno in Piemonte, e' sempre ed ampiamente al di sotto del previsto''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato