Prolattina e correlazione con la sclerosi multipla

Medical Information Dottnet | 20/12/2012 11:16

Per i neurologi, la gravidanza e il parto sono i principali problemi in pazienti con patologie neuroimmunologiche come la sclerosi multipla (SM), neuromielite ottica (NMO), o la miastenia gravis (MG).

Uno studio ha riferito che la percentuale di recidive annuali (ARR) di Sclerosi Multipla diminuisce durante la gravidanza ed aumenta durante il primo trimestre dopo il parto, quando i livelli di prolattina sono alti. L'interruzione del β-interferone (IFN) è di solito consigliata. In una recente revisione è stata esaminata l’associazione tra prolattina e MS, al fine di chiarire il suo potenziale ruolo nella fisiopatologia e nel trattamento della sclerosi multipla. Gli studi ci suggeriscono che la PRL elevata può essere più comune nei pazienti con SM rispetto ai controlli. L'iperprolattinemia può anche essere associata a recidiva clinica nella SM, in particolare tra i pazienti con lesioni ipotalamiche o neurite ottica, tuttavia, non è noto se si tratta di una causa o conseguenza di una ricaduta.

Bibliografia: Zhornitsky S, Yong VW, Weiss S, Metz LM. Prolactin in multiple sclerosis. Mult Scler. 2012 Aug 29. [Epub ahead of print]

 

Clicca per tenerti aggiornato

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato