Enpam, mai più acquisto di immobili ma solo partecipazioni in società e fondi. Enpaf: investimenti solo nel fondo Fiepp

Redazione DottNet | 19/01/2013 15:44

Le casse di previdenza, con in prima fila l’Enpam, la maggiore in Italia, per gli investimenti preferiscono puntare sull’immobiliare, come confermano i dati del 2011, in particolare nel comparto del real estate utilizzando lo strumento dei fondi chiusi. Rispetto all’investimento diretto si ottiene una protezione  reale del patrimonio - che nel 2011 era pari a 8,445 milioni di euro (fonte Adepp), in calo del 15% dal 2010 - nel lungo periodo, elimina una serie di problemi gestionali, come la rincorsa all'inquilino moroso o la manutenzione ordinaria e, non da ultimo, è da tenere in conto il riflesso positivo sulla redditività dell'investimento determinata dai risparmi offerti dalla disciplina fiscale.

 Secondo il Sole24ore lo strumento del fondo chiuso ha permesso ad alcune Casse di liberare risorse immobilizzate, conseguendo notevoli plusvalenze. L’Enpam, la Cassa dei medici, ha dichiarato che per la gestione relativa al prossimo esercizio ha in programma di destinare un miliardo di euro all'acquisto di partecipazioni in società e fondi immobiliari. L'Ente, come riportato nel piano triennale di investimento 2011/2013, non ha più intenzione di procedere all'acquisto diretto di immobili, ma di investire nel real estate esclusivamente tramite l'acquisto di partecipazioni in società e fondi immobiliari nazionali ed esteri. L'Enpaf, la Cassa dei farmacisti, è dal giugno 2009 che si avvale dell'utilizzo del fondo Fiepp "Fondo immobiliare Enti di previdenza dei professionisti" che è ormai diventato una componente significativa del portafoglio dell'ente. A fine 2011 il portafoglio, composto da un gruppo di 11 immobili, presenta un valore certificato dall'esperto indipendente pari a 167,8 milioni di euro. Nel corso della gestione relativa al 2011 il fondo ha acquistato di due immobili ubicati uno a Firenze e l'altro nella città di Venezia, mentre l'Ente ha conferito sei immobili di proprietà realizzando così una plusvalenza netta pari a 2,7 milioni di euro. Per Enpapi, la Cassa di previdenza degli infermieri, alla fine dell'esercizio 2011, la componente immobiliare in fondi ha raggiunto un valore pari al 49% del portafoglio complessivo con investimenti in 17 differenti strumenti e 15 fondi chiusi sottostanti. Il deciso incremento della quota investita in fondi è avvenuta in seguito al versamento di 31,5 milioni di euro nel Fondo Moro Re, il fondo chiuso avviato nel 2010 e gestito per l'ente da Fondamenta Sgr, che ha così raggiunto un valore pari a 57,1 milioni, elevando al 20,4% l'incidenza sul totale dei fondi diventando in questo modo l'investimento core dell'ente.

Clicca qui per iscriverti al Gruppo

Se l'articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l'apposita funzione

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato