Raccolta del farmaco: il 9 febbraio in tutta Italia

Farmacia | Redazione DottNet | 31/01/2013 17:47

Oltre 3200 farmacie distribuite in 1200 comuni; 12.200 volontari, 500mila assistiti attraverso 1449 enti caritatevoli. Sono questi i numeri principali della Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco che si svolgerà sabato 9 febbraio in tutta Italia.  L’iniziativa, organizzata dalla Fondazione Banco Farmaceutico Onlus, in collaborazione con Federfarma e Compagnia delle Opere Sociali, è arrivata al suo tredicesimo anno. Nei 12 anni precedenti sono stati raccolti oltre 2 milioni e 700mila confezioni di farmaci per un valore di circa 17 milioni di euro.

 Nelle farmacie che il 9 febbraio esporranno la locandina della Giornata di Raccolta del Farmaco, ci saranno dei volontari per spiegare l’iniziativa a quanti intendono partecipare con la donazione di uno o più farmaci di automedicazione destinati a chi vive ai limiti della sussistenza. Saranno poi gli stessi farmacisti – a conoscenza delle esigenze degli enti assistenziali convenzionali con il Banco – a consigliare il tipo di medicinale di automedicazione, contrassegnato dal bollino rosso, di cui è maggiormente avvertita la necessità.  La crisi economica che investe il nostro Paese si fa sentire in modo pesante nel campo delle spese sanitarie delle famiglie, come dimostra il recentissimo rapporto dell’Istat (di cui riferiamo a parte) e la Giornata di Raccolta del Farmaco rappresenta allora un importante gesto di gratuità e condivisione che aiuta i più poveri.  L’attività della Fondazione Banco Farmaceutico Onlus non si esaurisce con la Giornata, perché il bisogno sanitario è costante nell’anno, e il Banco opera dunque come punto di raccordo tra le aziende farmaceutiche, le farmacie e gli enti assistenziali per poter garantire la massima risposta possibile al bisogno che si incontra.  L’iniziativa costituisce anche una opportunità per le farmacie, come nella lettera di invito per aderire alla Giornata ha ben rilevato Federfarma di Brindisi, secondo cui l’esperienza degli anni passati ha avuto l’effetto di «un ritorno positivo d’immagine per il ruolo della farmacia». «Attraverso queste aperture della farmacia verso la società – si legge nella lettera firmata dal presidente Francesco Cannalire e dal segretario Annamaria Giordano – possiamo consolidare un rapporto che esiste tra i cittadini e la farmacia, retaggio del passato ma che se non viene coltivato tenderà sempre più a scemare». La Giornata di Raccolta del Farmaco si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e grazie al sostegno di ANIFA (Associazione Nazionale delle Industrie Farmaceutiche dell’automedicazione) e dei farmacisti che aderiscono all’iniziativa.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato