Il gruppo Chiesi è primo in Italia per la ricerca

Redazione DottNet | 11/02/2013 15:24

aziende-farmaceutiche farmaci

Il Gruppo Chiesi e' stato collocato dal Joint Research Centre della Commissione Europea al vertice delle imprese farmaceutiche italiane per investimenti in Ricerca e Sviluppo, nona nella graduatoria dei maggiori gruppi nazionali di ogni settore e dodicesima tra le multinazionali farmaceutiche europee. La classifica si trova nell'edizione 2012 dello EU Industrial R&D Scoreboard.

 Una prima posizione fra le aziende italiane che ''conferma - commenta Paolo Chiesi, vicepresidente e Direttore Ricerca & Sviluppo del gruppo di Parma - il valore che il Gruppo Chiesi attribuisce all'innovazione quale motore della crescita anche nella attuale, difficile congiuntura economica''.  ''Complessivamente - continua Paolo Chiesi - il settore farmaceutico dimostra una crescita moderata nei mercati piu' maturi, a causa della concorrenza dei prodotti generici e della trasformazione che il settore sta attraversando. In questo contesto la nostra azienda sta andando controcorrente, grazie alla capacita' di generare valore attraverso le attivita' di Ricerca & Sviluppo e alla leadership raggiunta a livello mondiale dai prodotti per le patologie respiratorie, la neonatologia e la fibrosi cistica, successo frutto proprio della ricerca interna''.  Gli investimenti in R&S realizzati da Chiesi Farmaceutici nel 2011 hanno superato i 169 milioni di euro, oltre 16% delle vendite, in crescita del 12,7% sull'anno precedente, laddove la media degli investimenti in R&S delle aziende europee in tutti i settori nel 2011 si e' attestato al 8,9%.