Graziato un medico con contratto in esclusiva che svolgeva consulenze esterne

Professione | Redazione DottNet | 25/02/2013 15:07

Il giudice per le indagini preliminari, Assunta Maiore, ha restituito i 70 mila euro sequestrati ad un medico di Catanzaro accusato di svolgere abusivamente l'attività di consulenza nonostante avesse scelto il regime di esclusiva con l'ente per cui lavora. Il provvedimento di sequestro era stato emesso dalla Procura della Repubblica. Il Gip ha escluso l'ipotesi d'accusa della truffa e non ha convalidato il provvedimento della Procura disponendo la restituzione delle somme.

 Dalle indagini era emerso che il medico, nonostante il suo rapporto di esclusiva, era titolare di una partita Iva e svolgeva attività professionale di consulenza, spesso anche con gli uffici giudiziari del tribunale di Catanzaro. Gli accertamenti della Guardia di finanza hanno avuto inizio dopo alcune verifiche fiscali e dopo una segnalazione giunta alla Procura della Repubblica.

Fonte: gip Catanzaro

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato