Controllo dell'asma con beclometasone e formoterolo in un singolo inhaler

Redazione DottNet | 05/11/2008 17:39

Il deposito polmonare è un fattore importante da valutare per poter trattare in maniera adeguata i pazienti asmatici, tuttavia non vi sono stati studi di confronto sul ruolo che una terapia di combinazione corticosteroidi e beta2 agonisti a lunga durata d’azione, somministrati attraverso lo stesso inhaler, avrebbe su tale fattore. Presso il Servizio di Pneumologia e Rianimazione
dell’ Hôpital de l'Hôtel-Dieu, a Parigi, uno studio su pazienti con asma da moderata a severa è stato effettuato per confrontare la terapia di combinazione di beclometasone dipropionato e formoterolo in un singolo dosatore inhaler a base di idrofluoroalcani (pMDI) con il trattamento beclometasone dipropionato mediante inalatore con propellente a base di clorofluorocarbone (CFC) e formoterolo mediante dry powder inhaler (DPI) somministrati separatamente mediante due inhaler distinti. Lo studio è stato effettuato per 24 settimane ed ha coinvolto 645 pazienti con asma da moderata a severa non controllata con trattamento regolare con corticosteroidi per inalazione.
 

I pazienti sono stati trattati con una combinazione fissa di beclometasone dipropionato 200mug/formoterolo 12mug bid, o con beclometasone dipropionato 500mug via CFC pMDI e formoterolo 12mug bid via DPI, o beclometasone dipropionato 500mug bid via CFC pMDI. L’outcome primario era il picco di flusso espiratorio (PEF) al mattino. Gli outcomes secondari erano funzione polmonare, sintomi d’asma, esacerbazioni e controllo dell’asma. La combinazione beclometasone dipropionato/formoterolo, somministrata con singolo inhaler o con inhaler separati, ha migliorato i valori di PEF misurati al mattino. La combinazione beclometasone dipropionato/formoterolo con singolo inhaler o con inhaler separati ha migliorato i valori di PEF misurati al mattino. Tuttavia, la combinazione somministrata mediante un unico inhaler è risultata più efficace per il controllo dell’asma rispetto ai due farmaci somministrati con due inhaler separati.
Entrambe i trattamenti con le combinazioni di farmaci hanno mostrato un’efficacia superiore rispetto a beclometasone dipropionato da solo nel migliorare la funzione polmonare e nel controllo dell’asma. Tutti i trattamenti sono stati ben tollerati. In conclusione, in pazienti con asma da moderata a severa, beclometasone dipropionato/formoterolo in un singolo inhaler è risultato efficace come beclometasone dipropionato più formoterolo e più efficace rispetto a beclometasone dipropionato da solo nel miglioramento della funzione polmonare. Per la prima volta è stata dimostrata la maggiore efficacia nel controllo dell’asma della combinazione beclometasone dipropionato/formoterolo mediante unico inhaler rispetto alla somministrazione di tali farmaci attraverso inhaler separati.
Per saperne di più

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato