Glaxo in Israele per lo studio di nuovi farmaci in collaborazione con le università

Redazione DottNet | 09/03/2013 12:34

Una delegazione britannica di scienziati senior dell'industria farmaceutica sono volati in Israele per avviare una cooperazione con i medici israeliani e gli scienziati sui nuovi farmaci. Si tratta dei manager di una  delle più grandi aziende farmaceutiche mondiali – Glaxo SmithKline del Regno Unito – che hanno aggiunto Israele al  programma "Discovery partenariati con Academia" destinato finora a pochi ricercatori statunitensi ed europei.

La delegazione – ospitata dall'UK-Israele Tech Hub presso l'ambasciata britannica – ha visitato il Weizmann Institute of Science di Rehovot, Sheba Medical Center di Tel Hashomer, il reparto Hadassit di ricerca e sviluppo dell'organizzazione medica Hadassah a Gerusalemme, Ben-Gurion University del Negev a Beersheba, Technion - Israel Institute of Technology di Haifa e altre istituzioni incontrandosi con decine di scienziati locali. La delegazione è stata guidata dal dottor Duncan Holmes, uno specialista di Chimica Biorganica presso GSK per gli ultimi 20 anni: "Riconosciamo l'enorme esperienza degli accademici israeliani nella ricerca in questo campo," ha detto Holmes. "Siamo interessati a qualsiasi malattia – rara o comune – e in particolare  se c'è un valido  percorso destinato alla ricerca. Vogliamo soprattutto verificare gli effetti dei nuovi farmaci”. Finora, il progetto GSK ha ottenuto sei collaborazioni con istituzioni accademiche europee. I progetti selezionati come partner saranno finanziati dalla GSK dall'idea fino alla messa in commercio del farmaco. “Al momento siamo in fase iniziale”,  ha però precisato Holmes. Finora gli accordi di collaborazione con il programma accademico hanno avuto ottimi riscontri nello sviluppo di trattamenti per la dermatite atopica, pancreatite acuta e deficit di alfa 1-tripsina, una malattia genetica che colpisce il fegato, polmoni e altri organi. Holmes ha infine aggiunto che ci sono molti universitari che hanno idee innovative in grado di tradurre in farmaci le loro scoperte.

Fonte: interna

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato