L’età dei genitori incide sui Disturbi dello Spettro Autistico nella prole

Ginecologia | Medical Information Dottnet | 13/03/2013 16:43

Uno studio finlandese ha esaminato l’associazione tra l’età dei genitori ed i Disturbi dello Spettro Autistico (ASD) sviluppati nei figli; dalla ricerca è emerso che l’età paterna e materna influiscono diversamente sui sottotipi di ASD.

I dati sono stati basati sull’FIPS-A (Finnish Prenatal Study of Autism and Autism Spectrum Disorders) e si è riscontrato che all’età paterna avanzata (35-49 anni) è stato associato autismo infantile, mentre all’età materna avanzata è stata associata, con una maggiore incidenza, la sindrome di Asperger sviluppata nella prole con madri con oltre i 35 anni, ed un disturbo dello sviluppo (PDD) nei bambini nati da madri con oltre i 40 anni d’età. Dato non meno importante è il rischio di PDD nella prole di gravidanze in età adolescenziali. Quindi l’età dei genitori è un fattore di rischio importante per lo sviluppo di disturbi autistici nei bambini.

Lampi KM, Hinkka-Yli-Salomäki S, Lehti V, Helenius H, Gissler M, Brown AS, Sourander A. Department of Child Psychiatry, University of Turku, Turku, Finland. Parental Age and Risk of Autism Spectrum Disorders in a Finnish National Birth Cohort. J Autism Dev Disord.2013 Mar 12.

Clicca qui per aggiornarti

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato