La difficile diagnosi della GPA

Medical Information Dottnet | 27/03/2013 13:49

Uno studio eseguito all’Istituto San Raffaele di Milano ha esaminato l’intervento chirurgico e lo specifico ruolo dell’otorino nel trattamento della Granulomatosi con Poliangioite (GPA); malattia rara con eziologia ancora sconosciuta, ma che compromette orecchio, naso, gola, polmoni e reni con infiammazione granulomatosa necrotizzante e vasculite.

La diagnosi può essere ritardata a causa dell’esordio della malattia eterogeneo, infatti i sintomi iniziano nella testa e nel collo con un ampio spettro di coinvolgimento del setto nasale, dei seni paranasali, della mucosa orale, della laringe e, infine, dell’orecchio. Dallo studio è emerso che elevati livelli di anticorpi citoplasmatici antineutrofili aiutano a stabilire la diagnosi della GPA  per poter iniziare il trattamento appropriato.

Trimarchi M, Sinico RA, Teggi R, Bussi M, Specks U, Meroni PL. Department of Otorhinolaryngology, San Raffaele Scientific Institute, Milan, Italy, IRCCS. Electronic address: trimarchi.matteo@hsr.it. Otorhinolaryngological manifestations in granulomatosis with polyangiitis (Wegener's). Autoimmun Rev.2013 Feb;12(4):501-5. doi: 10.1016/j.autrev.2012.08.010. Epub 2012 Aug 23.

Clicca qui per tenerti aggiornato

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato