Antagonisti del recettore NK1 contro il cancro cerebrale

| 28/03/2013 09:24

cervello tumore-cervello

Recenti studi suggeriscono che le tachichinine, in particolare la Sostanza P, sono implicate nella distruzione della barriera emato-encefalica e nella genesi dell’edema cerebrale attraverso un processo noto come “infiammazione neurogenica”.

I ricercatori della University of Adelaide hanno stabilito che una sovra regolazione della Sostanza P e dei suoi recettori, NK1, si verifica in determinati tipi di cancro del SNC; infatti facilitano la promozione della crescita tumorale. Gli scienziati hanno quindi utilizzato Emend, farmaco impiegato contro la nausea indotta dalle chemioterapie, come antagonista del recettore NK1 e quindi come agente anti-cancro arrestando il legame del recettore con la tachichinina. In questo modo la crescita di un tumore cerebrale può essere fermata da un farmaco che serve ad aiutare i pazienti contro alcuni effetti collaterali, come la nausea, della chemioterapia.

Harford-Wright E, Lewis KM, Vink R. Discipline of Anatomy and Pathology, School of Medical Sciences, The University of Adelaide, South Australia, 5005, Australia. Robert.Vink@adelaide.edu.au. The Potential for Substance P Antagonists as Anti-Cancer Agents in Brain Tumours. Recent Pat CNS Drug Discov.2013 Mar 8.

Clicca qui per tenerti aggiornato