Pani (Aifa): la spesa farmaceutica presto fuori controllo per le nuove molecole in arrivo

Farmaci | Redazione DottNet | 31/03/2013 11:08

Entro breve termine la spesa farmaceutica italiana potrebbe finire fuori controllo per effetto delle nuove molecole in arrivo. Lo afferma il direttore generaledell'Aifa Luca Pani. ''In un prossimo futuro - afferma Pani - con le nuove molecole a impatto prevalentemente ospedaliero, la spesa potrebbe sfondare. Stiamo controllando la situazione con grande attenzione.

Per la prima volta nella storia della Food and Drug Administration sono state approvate 37 nuove molecole. L'ultima volta che avevamo numeri del genere era il 1997. Sono il 40% in piu' rispetto al biennio precedente''. Il boom, spiega Pani, e' determinato dalle nuove tecnologie: ''I farmaci ad alta tecnologia stanno arrivando agli ospedali - afferma -. Si tratta di molecole biotecnologiche, anticorpi monoclonali, basate su biomarker per reparti ospedalieri. Sono approvate da Fda, dall'Ema e dall'Aifa. E noi parliamo ancora di Prontuari regionali e titolo V''. Secondo il direttore generale, all'Aifa dal 2011, la sanita' regionale andrebbe superata, anche per evitare gli squilibri nei costi delle forniture: ''Manca un'Agenzia regolatoria centrale che tenga conto anche dei costi dei dispositivi medici e della diagnostica - sottolinea - E va detto che ormai il titolo V della Costituzione non e' applicabile alla Sanita' e alla Farmaceutica. La devolution nella tutela della salute non funziona e ho un sospetto: forse, e' anche anticostituzionale''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato