Balduzzi, maggiore trasparenza contro la cattiva politica in sanità

Redazione DottNet | 05/04/2013 15:24

sanità-pubblica balduzzi censis

Maggiore trasparenza e valorizzazione delle competenze e del merito per evitare che ''la cattiva politica interferisca nelle scelte sanitarie''. Sono le innovazioni introdotte dal decreto 158 del 2012 nella governance delle aziende sanitarie. A sottolinearlo e' il ministro della Salute, Renato Balduzzi, nella prefazione al libro 'Linee guida per una nuova governance del sistema sanitario', di Gianfranco Carnevali e Pietro Manzi, presentato oggi al Policlinico Umberto I di Roma.  

''Le risorse erogate al Sistema sanitario nazionale sono comunque notevoli - rileva Manzi, illustrando il testo che raccoglie gli interventi e le proposte di 55 professionisti della sanita', ma anche di giuristi e sociologi - ma a fronte di cio', spesso si raccolgono risultati mediocri, e questo proprio per un problema di gestione e governance. Il punto - rileva - e' che la Sanita' non si puo' 'governare' attraverso tagli lineari poiche' si tratta di un sistema articolato che, come tale, richiede risposte altrettanto articolate''.  Le risorse ''ci sono - sottolinea anche il vice direttore del Censis Carla Collicelli - ma spesso non vengono usate al meglio, e ci sono enormi sprechi o duplicazioni''. Secondo Collicelli, bisogna dunque ''partire dalla capacita' di governare il sistema non solo su basi ragionieristica, ma ottimizzando tutte le variabili, dagli operatori ai tempi. E' anche necessario innescare - conclude - un nuovo processo a livello culturale''. 

Fonte: ministero della salute, censis