Rilevata la mutazione di nuovi geni nel carcinoma sieroso dell’utero

| 08/04/2013 11:05

I ricercatori dell’Università di Yale hanno scoperto nuovi geni coinvolti nel carcinoma sieroso dell’utero; questa forma di tumore è tra quelle più aggressive e resistenti alla chemioterapia, soprattutto quello di tipo II rispetto alla forma di tipo I.

Alla lista delle mutazioni dei geni coinvolti nel carcinoma endometriale, gli studiosi hanno aggiunto i geni CHD4, MBD3 e TAF1; questi tre non erano stati precedentemente associati al cancro in questione, ma nello studio sono stati rilevati frequentemente in presenza del carcinoma sieroso dell’utero. La scoperta è di rilevanza internazionale, in quanto si apre uno spiraglio per l’elaborazione di nuove strategie terapeutiche per le forme più aggressive di questo cancro.

Zhao S, Choi M, Overton JD, Bellone S, Roque DM, Cocco E, Guzzo F, English DP, Varughese J, Gasparrini S, Bortolomai I, Buza N, Hui P, Abu-Khalaf M, Ravaggi A, Bignotti E, Bandiera E, Romani C, Todeschini P, Tassi R, Zanotti L, Carrara L, Pecorelli S, Silasi DA, Ratner E, Azodi M, Schwartz PE, Rutherford TJ, Stiegler AL, Mane S, Boggon TJ, Schlessinger J, Lifton RP, Santin AD. Department of Genetics, Howard Hughes Medical Institute, Yale University School of Medicine, New Haven, CT 06510, USA. Landscape of somatic single-nucleotide and copy-number mutations in uterine serous carcinoma. Proc Natl Acad Sci U S A.2013 Feb 19;110(8):2916-21. doi: 10.1073/pnas.1222577110.

Clicca qui per leggere l'articolo

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato