Aumentano le vendite di antidepressivi

Redazione DottNet | 29/04/2013 17:42

Gli italiani si fanno sempre piu' aiutare dagli antidepressivi e continua ad aumentare il rischio suicidi. I dati emergono dal Rapporto Osservasalute 2012, presentato questa mattina all'Universita' Cattolica di Roma, secondo il quale il consumo di farmaci contro la depressione e' quadruplicato in dieci anni, passando da 8,18 (dosi giornaliere ogni mille abitanti) del 2000 a 36,1 del 2011, complice anche la ''facilita' di utilizzo'' di questo tipo di medicinali, spesso prescritti anche ''in caso di depressione lieve''.

Altro dato 'osservato speciale' e' il tasso dei suicidi, in continuo aumento negli ultimi anni, che nel biennio 2008-2009 si e' attestato a 7,23 per 100.000 residenti dai 15 anni in su (nel 2009 se ne sono registrati 3870 contro i 3.607 del 2006). Un dato che ''puo' essere un segno, oltre che di patologia psichiatrica, del crescente disagio sociale'', si legge nel Rapporto, e che ''va monitorato con attenzione anche al fine di prevedere un rafforzamento delle attivita' preventive e della presa in carico sanitaria e sociale di soggetti a rischio''.  L'incremento registrato osservato negli anni piu' recenti, osserva il Rapporto, si deve pressoche' esclusivamente a un aumento dei suicidi tra gli uomini (in particolare tra i 25 e i 69 anni) per i quali il tasso e' passato da 11,70 (per 100.000) nel 2006 e nel 2007 a 11,90 (per 100.000) nel 2008 e 12,20 (per 100.000) nel 2009. A togliersi la vita e' un uomo nel 77% dei casi (il tasso di mortalità e' pari a 12,05 per 100.000 per gli uomini e a 3,12 per le donne).

Fonte: Osservasalute

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato