Il ruolo dei biomarcatori nello scompenso cardiaco e nella sindrome cardio-renale

Cardiologia | Medical Information Dottnet | 02/05/2013 12:53

Uno studio recentemente pubblicato ha esaminato il ruolo del peptide natriuretico (NP) e delle troponine cardiache (TN) come biomarcatori per ricevere informazioni sui meccanismi patogenetici e, in particolare, intervenire sulla classificazione dei pazienti in base al rischio a cui sono sottoposti.

Lo scopo della ricerca è stato quello di offrire una combinazione di biomarcatori multipli per ottenere un grande miglioramento nella previsione del rischio. Dev’essere prestata particolare attenzione ai livelli di NP e TN, in quanto, in presenza di disfunzione renale, devono essere riconsiderati in relazione a età, sesso e stadio dell’insufficienza renale.

Palazzuoli A, Masson S, Ronco C, Maisel A. Department of Internal Medicine and Metabolic Diseases, Cardiology Section, Le Scotte Hospital, University of Siena, Viale Bracci, 53100, Siena, Italy, palazzuoli2@unisi.it. Clinical relevance of biomarkers in heart failure and cardiorenal syndrome: the role of natriuretic peptides and troponin. Heart Fail Rev. 2013 Apr 7

Clicca qui per tenerti aggiornato

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato