Ceftarolina attiva contro infezioni complicate della pelle

Redazione DottNet | 07/11/2008 16:40

Ceftarolina, nuova cefalosporina per uso parenterale, è sicura ed efficace per il trattamento di pazienti con infezioni della pelle dovute a patogeni gram-positivi e gram-negativi, secondo i risultati di uno studio in fase 3 presentato al 48esimo Meeting Annuale “Interscience Conference on Antimicrobial Agents and Chemotherapy (ICAAC)” e al 46esimo Meeting Annuale “Infectious Diseases Society of America (IDSA)”. Lo studio ha coinvolto 698 pazienti con infezioni complicate della pelle: 351 pazienti sono stati randomizzati a ceftarolina ed il resto dei pazienti è stato trattato con vancomicina più aztreonam. Tutti i trattamenti sono stati somministrati endovena.
“La maggior parte dei pazienti coinvolti nello studio presentava ferite o ascessi. Dopo trattamento, la loro infezione è guarita” ha detto Tanya Baculik, MD, Cerexa, Inc., Alameda, California, alla presentazione del 26 ottobre.
 

I tassi di guarigione clinica sono stati simili nei gruppi trattati con ceftarolina e vancomicina/aztreonam (91.1%, o 288 di 316 pazienti clinicamente valutabili vs 93.3%, o 280 di 300 pazienti; 95% confidence interval [CI], -6.6 to 2.1).
Nella popolazione microbiologicamente guarita, i tassi di eradicazione sono stati 86.6% (304 di 351 pazienti) vs 85.6% (297 di 347 pazienti, 95% CI, -4.2 to 6.2). Il nuovo farmaco ha eradicato Staphylococcus aureus meticillino-resistente (MRSA) in 75 di 79 pazienti, mentre vancomicina/aztreonam ha eradicato MRSA in 58 di 61 pazienti.
“Ceftarolina, oltre che contro Staphylococcus aureus meticillino-resistente, è attiva contro altri patogeni” - “Ha ucciso la maggior parte degli altri patogeni comuni“ - ha affermato il Dr. Baculik.
La maggior parte degli eventi avversi che si sono presentati sono stati lievi e non correlati al trattamento. La maggior parte degli eventi avversi più comuni in entrambe i gruppi sono stati nausea (5.7% per ceftarolina vs 4.6% per vancomicina/aztreonam), mal di testa (5.1% vs 3.7%), e prurito (3.1% vs 8.4%).
Per saperne di più
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato