Fascia C, entro la fine dell’anno la sentenza sulla dispensazione

Redazione DottNet | 16/05/2013 17:16

farmaci federfarma sanità-pubblica fascia-c

Il 5 settembre il parere dell’avvocato generale poi, entro la fine dell’anno, la sentenza. Eccolo il calendario con cui la Corte di giustizia europea si pronuncerà sul regime di dispensazione dei farmaci di fascia C nel nostro paese. La scaletta è stata ufficializzata ieri, nell’udienza con cui i giudici hanno esaminato le tre richieste di pronuncia pregiudiziale inviate dal Tar Lombardia tra febbraio e marzo 2012.

Contro l’ipotesi che il divieto alla vendita nelle parafarmacie dei farmaci di fascia C sia in contrasto con il Trattato europeo hanno preso posizione Federfarma e tre Stati europei: Italia e Portogallo attraverso una memoria scritta, la Spagna con un intervento in aula. Per il sindacato titolari, in particolare, hanno preso la parola Massimo Luciani, docente di diritto costituzionale alla Sapienza di Roma, e Gian Michele Roberti, docente di diritto dell’Unione europea nello stesso ateneo. Al dibattimento erano presenti anche Annarosa Racca e Alfonso Misasi, presidente e segretario nazionale di Federfarma.  Al termine dell’udienza sono state calendarizzate le tappe a venire del procedimento: il 5 settembre si esprimerà l’avvocato generale (uno tra gli otto che compongono la Corte), il cui parere servirà di orientamento ai giudici per la sentenza finale, in arrivo entro la fine dell’anno. A breve Federfarma diffonderà una circolare.

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: Federfarma