Accordo di collaborazione tra Enpam, Onaosi e Enpav a favore degli iscritti

Previdenza | Redazione DottNet | 18/05/2013 15:29

Le casse delle professioni sanitarie per la prima volta insieme per potenziare il welfare a tutela dei propri iscritti. In un incontro nell'ambito della Giornata nazionale della Previdenza Enpam, Enpav e Onaosi hanno annunciato ufficialmente la volontà di collaborare sul fronte dell'assistenza.

Se prima gli enti di previdenza e assistenza tutelavano il professionista soprattutto a partire dal momento della pensione oppure in caso di disgrazie, oggi è sempre più necessario che tutelino l'iscritto anche nella fase lavorativa.  "Dobbiamo passare dalle grandi sfortune alle grandi sfide - ha detto il presidente dell'Enpam Alberto Oliveti (nella foto)  -. Infatti non possiamo dare per scontato che un iscritto possa costruirsi una pensione adeguata se non ci interessiamo al lavoro e alla qualità del percorso professionale, facendo attenzione a periodi in cui gli può capitare di interrompere l'attività o di guadagnare di meno. L'incontro di oggi ha il senso di sviluppare logiche di integrazione, di confronto e di supporto fra vari enti. È evidente che trovarsi compatti, uniti di fronte a certe fragilità ci rende tutti più forti."  Gianni Mancuso, presidente dell'Enpav (veterinari) ha posto l'accento sulla capacità degli enti dei professionisti di essere flessibili di fronte ai bisogni degli iscritti e ha sottolineato la necessità di allargare la copertura assistenziale ad altri ambiti, come gli infortuni sul lavoro: "La A di assistenza deve estendersi sempre di più alla vita attiva", ha detto.  L'Onaosi - ente trasversale nato per tutelare gli orfani di medici, dentisti, veterinari e farmacisti - ha confermato la volontà di allargare il proprio campo d'azione ad altre fragilità. "Ci siamo incontrati con Enpam ed Enpav e abbiamo deciso che vogliamo farlo insieme a loro", ha detto Serafino Zucchelli, presidente della Fondazione Onaosi. Durante l'incontro sono stati confrontati i modelli di assistenza messi in atto dai diversi enti ed è stata affermata l'esigenza di potenziare le coperture sanitarie integrative, di facilitare l'accesso al credito e di studiare misure finalizzate alla long term care.

Clicca qui per iscriverti al Gruppo

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: Enpam, Enpav, Onaosi

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato