Federanziani, no ai vaccini obsoleti

Redazione DottNet | 23/05/2013 16:18

geriatria influenza vaccino

No a vaccini considerati obsoleti e non prioritari, come gli antinfluenzali non adiuvati e l'Hpv nell'uomo, si invece a quelli sicuri ed efficaci ''di ultima generazione'' come gli adiuvati, i virosomiali e gli intradermici, che rappresentano al tempo stesso anche soluzioni economicamente piu' sostenibili per il Servizio sanitario nazionale .

 A chiederlo, in vista della prossima campagna antinfluenzale, e' Federanziani, la federazione delle associazioni della terza eta' che, attraverso il suo Centro Studi Sic (Sanita' in cifre), evidenzia come le vaccinazioni corrette e innovative determinino una significativa riduzione di malattie e complicanze negli over 65 , dando al tempo stesso una mano ai conti dell'Ssn.  FederAnziani fa sapere pertanto che invitera' i suoi tre milioni di iscritti a chiedere attivamente che la vaccinazione non avvenga con vaccini antinfluenzali ''di vecchia generazione'', ma con i migliori prodotti disponibili, minacciando in caso contrario di ''mettere in atto ogni iniziativa possibile per non far vaccinare i cittadini con i prodotti obsoleti''.''Invitiamo le persone, in maniera particolare gli anziani, a prevenire l'influenza vaccinandosi consapevolmente- spiega il presidente Roberto Messina- pero'occorre sapere che esistono, semplificando, due tipi di vaccino antinfluenzale, il classico (split) e l'adiuvato. Quest'ultimo e' realizzato con delle tecniche innovative che mirano a 'presentare' l'antigene al sistema immunitario in maniera piu' efficace, aumentando conseguentemente la risposta immunitaria nel paziente, prolungandola anche nel tempo''. 

Fonte: Federanziani