Le parafarmacie chiedono un incontro a Zanonato per riorganizzare il settore

Redazione DottNet | 27/05/2013 18:43

Un incontro per portare a conoscenza del ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, una proposta di riordino del sistema dei farmaci, in un'ottica di maggiore concorrenza e qualitàdel servizio. E' quanto chiedono le Parafarmacie italiane in una lettera indirizzata al ministro.

 ''Se il rilancio delle liberalizzazioni ètra i primi punti in agenda del ministro Zanonato - afferma il presidente della Federazione nazionale farmacia non convenzionata, Giuseppe Scioscia - ci auguriamo che il pacchetto gia' allo studio dei tecnici di via Veneto comprenda anche la riforma dei farmaci, nel solco di quanto avviato da Bersani con le lenzuolate del 2006''. ''Le liberalizzazioni - aggiunge - hanno dato vita a oltre 4 mila Parafarmacie e circa 8 mila posti di lavoro: un circolo virtuoso che ha innescato una conseguente diminuzione dei prezzi a tutto vantaggio del cittadino consumatore. Il nostro auspicio e' che Zanonato riprenda le fila di quanto allora avviato portando a termine quei passaggi incompiuti indispensabili alla nostra stessa sopravvivenza''. La normativa italiana, ricorda la Federazione, vieta infatti alle parafarmacie di vendere i farmaci con obbligo di ricetta bianca, quelli cioe' a totale carico del cittadino. ''Una discriminazione - conclude - ritenuta illegittima anche da tre Tar italiani e che le stesse Parafarmacie vogliono portare all'attenzione del nuovo inquilino di via Veneto affinche' prenda in esame la possibilita' di porvi rimedio in occasione del cantiere liberalizzazioni da lui inaugurato''. 

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: Federazione parafarmacie

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato