La Displasia Ectodermica (DE): una patologia multidisciplinare

Odontoiatria | Medical Information Dottnet | 04/06/2013 10:25

In uno studio pubblicato recentemente è stato analizzato il caso di un bambino affetto da Displasia Ectodermica trattato con protesi mascellare e mandibolare ed è stato valutato il tempo di riabilitazione.

La DE è un insieme di problematiche che derivano da anomalie strutturali dell'ectoderma; nei pazienti affetti da ED si originano denti congenitamente assenti e con la caratteristica forma a punta.

Al piccolo paziente, dell’età di 12 anni, è stata diagnosticata la DE in assenza di altre anomalie sistemiche; in fase di valutazione diagnostica e radiografica è emerso che il bambino aveva  solo i primi molari mascellari e mandibolari. Dopo un’accurata valutazione della sua crescita e dei denti presenti gli è stata impiantata una protesi mascellare e mandibolare dotata di fermagli per il mantenimento; in fase di follow-up dopo 18 mesi è emerso che si sono verificate complicazioni maggiori e sono stati necessari ulteriori trattamenti per il mantenimento delle protesi parziali fisse. Quindi è risultato necessario un trattamento ortodontico, ma siccome questo è piuttosto complesso, l'approccio migliore è quello multidisciplinare.

Nallanchakrava S. Department of Pedodontics and Preventive Dentistry, Panineeya Mahavidyalaya Institute of Dental Sciences and Research Centre, Dilshuknagar, Hyderabad, Andhra Pradesh, India Oral rehabilitation of a patient with ectodermal dysplasia with prosthodontics treatment. Indian J Dermatol. 2013 May;58(3):241. doi: 10.4103/0019-5154.110851.

Clicca qui per tenerti aggiornato

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato