Remuzzi è il nuovo presidente mondiale della società di nefrologia

Redazione DottNet | 05/06/2013 18:20

nefrologia sanità-pubblica

Giuseppe Remuzzi ha assunto da ieri la presidenza operativa della Societa' mondiale di nefrologia 'International Society of Nephrology (Isn), carica che ricoprira' per i prossimi due anni. Il passaggio di consegne e' avvenuto a Hong Kong in occasione del Congresso Mondiale di Nefrologia 2013.

Remuzzi e' il primo italiano a cui viene affidato questo incarico.  Fondata nel 1960, l'Isn collabora strettamente con piu' di 75 societa' scientifiche nazionali che si occupano di malattie renali in tutto il mondo e ad essa aderiscono oltre 10.000 nefrologi di 126 differenti nazionalita'. ''Il mio impegno attivo nell'ISN risale a oltre 20 fa - dice Giuseppe Remuzzi - Con altri nefrologi, condividevo l'idea che fosse assolutamente necessario ridurre le disparita' con i Paesi in via di sviluppo per quanto riguarda ricerca, prevenzione, diagnosi e cura delle malattie nefrologiche. Abbiamo lavorato a un programma che permettesse di diffondere rapidamente anche nei Paesi meno sviluppati i risultati e i benefici della ricerca sia sperimentale che clinica''. Remuzzi spiega di avere a cuore la promozione di un programma per la salute delle mamme e dei bambini, e annuncia un programma a lungo termine denominato '0 by 25' ''affinche' nessuna persona al mondo colpita da insufficienza renale acuta debba morire per mancanza di cure''.

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: 'International Society of Nephrology