Gli interventi ginecologici in gravidanza: quando sono necessari

Medical Information Dottnet | 14/06/2013 15:19

La gestione dei tumori ovarici durante la gravidanza può essere difficile a causa del rischio a cui va incontro il feto e la possibilità di complicazioni chirurgiche.

Uno studio recentemente pubblicato ha analizzato le caratteristiche e gli esiti di gravidanze sottoposte a interventi chirurgici per l’esportazione di tumori ovarici durante la gestazione.

Un gruppo di ricercatori ha esaminato le cartelle cliniche di 102 donne in gravidanza e che hanno subito un intervento chirurgico alle ovaie tra il 2000 ed il 2010 al Taipei Veterans General Hospital, in Taiwan. Dalla biopsia è emerso che i quadri patologici più comuni sono risultati: il teratoma presente al 26%, cystadenomas mucinosi al 20%, ed endometriomi al 16%; a due donne, invece,  è stato diagnosticato un carcinoma ovarico maligno. Dall’analisi dei dati si evince che un intervento chirurgico durante i nove mesi di gravidanza è possibile e non è totalmente rischioso in quanto né l’intervento in sé e né l’anestesia, sia generale che spinale, hanno mostrato un impatto negativo sull’esito della gravidanza.

Un aspetto importante segnalato dai ricercatori è la necessità di diagnosticare un tumore metastatico prima dell’inizio della gestazione, per un trattamento ottimale del carcinoma, o quantomeno non rischioso per il feto.

Koo FH, Wang KC, Chen CY, Chang WH, Yeh CC, Yang MJ, Yen MS, Wang PH. Department of Obstetrics and Gynecology, Taipei Veterans General Hospital, Taipei, Taiwan, ROC; Department of Obstetrics and Gynecology, National Yang-Ming University School of Medicine, Taipei, Taiwan, ROC. An 11-year experience with ovarian surgery during pregnancy. J Chin Med Assoc. 2013 Jun 5. pii: S1726-4901(13)00108-1. doi: 10.1016/j.jcma.2013.04.008

Clicca qui per tenerti aggiornato

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato