Non esiste il cancro, ma una Persona affetta da cancro

Medical Information Dottnet | 14/06/2013 15:23

L’American Cancer Society chiama paziente sopravvivente “colui o colei che è vivo dopo cinque anni dalla diagnosi”.

Una ricerca americana ha sottolineato la necessità, da parte di chi sopravvive ad un tumore, di ricevere assistenza psicosociale.

Gli studiosi hanno focalizzato la loro attenzione sulle donne sopravvissute al carcinoma ovarico, il tumore ginecologico con il maggiore tasso di mortalità; dalla revisione di alcuni studi presenti in letteratura è emerso che le donne sopravvissute necessitano di assistenza sociale ed è fondamentale un sostegno relazionale, in quanto vivono in una costante sensazione di isolamento. Per un miglioramento della qualità di vita per coloro che sono sopravvissute in seguite ad una diagnosi di carcinoma ovarico, sono stati considerati diversi ambiti psicosociali come: lo stress psicologico e la paura della morte o di una recidiva, ma anche la loro attività sessuale e la soddisfazione di sé.

Quindi è risultata necessaria l’assistenza sanitaria per affrontare in modo adeguato la loro condizione e per le loro esigenze specifiche.

Roland KB, Rodriguez JL, Patterson JR, Trivers KF. Centers for Disease Control and Prevention, National Center for Chronic Disease Prevention and Control, Division of Cancer Prevention and Control, Epidemiology and Applied Research Branch, Atlanta, GA, USAA literature review of the social and psychological needs of ovarian cancer survivors. Psychooncology. 2013 Jun 13. doi: 10.1002/pon.3322.

Clicca qui per tenerti aggiornato

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato