Apnee da sonno, test in farmacia

Redazione DottNet | 20/06/2013 17:16

Sapere se si è affetti da Osas, cioè apnee da sonno, è diventato più facile a Bologna. E' il primo giudizio di alcune decine di pazienti - secondo quanto riporta una nota di Federfarma - che si sono sottoposti al test distribuito in molte Farmacie cittadine.

 A Bologna, Aipas (Associazione Italiana Pazienti Apnee del Sonno - Onlus) insieme a una 15ina di farmacie comunali e private ed i centri del sonno del Sant'Orsola Malpighi e il Laboratorio del Sonno del Bellaria, vogliono risolvere questo problema 'facendo sistema'. ''Molti dei test anonimi rilevati sono di pazienti gravi - dice il dr. Giuseppe Plazzi del laboratorio del Sonno del Bellaria- quindi c'è una consapevolezza sub-clinica dell'Osas che purtroppo non trova adeguate risposte nei canali diagnostici tradizionali. A Bologna, coinvolgendo le farmacie, finalmente si fa qualcosa di diverso per avvicinare i pazienti alla diagnosi definitiva''. Il forte russamento e la sospensione del respiro durante il sonno sono i segnali più evidenti di questa patologia che viene spesso riconosciuta prima dal partner del paziente medesimo. Causa prima: l'obesità.  Andare in Apnea durante il Sonno fino a 400 volte per notte è una condizione diffusissima - viene spiegato - che colpisce il 4% della popolazione, con conseguenze anche gravi come ipertensione, rischio cardiaco e cerebrale. E' una patologia che comporta elevato rischio di incidenti stradali, lavorativi e domestici perché provoca Eccessiva Sonnolenza Diurna (Eds). Eppure è molto sottodiagnosticata ed è scarsamente conosciuta dalla stessa classe medica. ''La sanità sta cambiando - dice il dr. Gian Matteo Paulin, vice presidente di Federfarma Bologna - diminuisce la distanza fra la conoscenza medica e il paziente, i canali non sono più gli stessi, Internet la fa da padrone ed il problema diviene la sicurezza delle fonti alle quali accede il paziente. La Farmacia può recitare un ruolo maggiore nella salute e nella sicurezza del paziente? Noi sosteniamo di sì. La Farmacia può affiancare il Medico di Medicina Generale nella cura del paziente ed essere il facile presidio sanitario al quale accedere con sicurezza per risolvere problematiche talvolta anche complesse come quelle delle Osas''. Le cause principali dell'Osas sono obesità e, più raramente, particolari morfologie facciali talvolta correggibili chirurgicamente.  ''La diagnosi definitiva presso un Centro del Sonno è costosa per il Ssn - sono le parole del prof. Fabio Cirignotta che dirige il Centro del Sonno dell'Ospedale S. Orsola Malpighi - richiede un ricovero ospedaliero, e anche se si vanno sempre più diffondendo sistemi di diagnosi domiciliari tipo Holter, che però non sono rimborsati dal Servizio Sanitario Nazionale, è importante che giungano ai Centri del Sonno solamente i pazienti che meritano di essere trattati''.

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: Aipas, federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato