Fimmg, se tarda il rinnovo della convenzione chiederemo un decreto

Redazione DottNet | 18/07/2013 15:19

fimmg medicina-generale sanità-pubblica milillo

Prendiamo atto e apprezziamo l’apertura del Governo a modificare il DPR in approvazione per consentire la riapertura delle trattative per il rinnovo normativo dei contratti dei dipendenti pubblici Non comprendiamo tuttavia perché la Conferenza delle Regioni ritenga di equiparare a questi anche il rinnovo della Convenzione”.

E’ quanto dichiara il segretario nazionale della Fimmg, Giacomo Milillo. “Ricordiamo che i termini di rinnovo previsti dalla Legge 189/2012 sono già abbondantemente scaduti (11 maggio 2013) - prosegue Milillo - Se dovessimo registrare ulteriori rallentamenti nelle procedure per il rinnovo della Convenzione, motivati dal blocco previsto dal DPR, saremo costretti a chiedere, a fronte dell’inadempienza della Conferenza delle Regioni, l’intervento con decretazione del Governo, così come previsto dalla stessa L. 189/2012”. Ma Milillo incalza: “Le Regioni sono inadempienti e stanno praticando un gioco poco chiaro. Devono assumersi le proprie responsabilità davanti ai cittadini".  Alle Regioni Milillo imputa di avanzare "la scusa del Patto per la Salute come strumento per recuperare finanziamenti del Ssn. E' sbagliato, perchè non ne trarrebbero vantaggio né la convenzione né i contratti collettivi".  

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

 Fonte: fimmg