Convenzione, da settembre avvio alle trattative

Redazione DottNet | 24/07/2013 15:38

federfarma regioni sanità-pubblica farmacia

Da settembre farmacie e Regioni avvieranno i preparativi per l’apertura ufficiale della trattativa sulla nuova Convenzione. Lo ha assicurato Claudio Montaldo, assessore alla Salute della Liguria e presidente del Comitato di settore Regioni-Sanità che si occupa di rinnovi contrattuali, nel corso dell’incontro di ieri pomeriggio con i vertici di Federfarma.

 L’appuntamento è servito a mettere sul tappeto i temi di maggiore rilevanza per le farmacie private e aprire un confronto con le Regioni: innanzitutto il rinnovo della Convenzione con la farmacia dei servizi, poi la riforma della remunerazione (che si giocherà al tavolo della Salute ma dal quale i governatori non potranno essere esclusi) e infine diretta e Pht. «A Montaldo» spiega la presidente di Federfarma Annarosa Racca, all’incontro assieme al segretario nazionale Alfonso Misasi «abbiamo illustrato lo stato di difficoltà in cui versa la farmacia italiana e il contributo che i presidi possono dare all’appropriatezza e al governo del farmaco sul territorio». Dal canto suo, l’assessore ligure ha ammesso che la farmacia può essere un fornitore importante dei servizi sanitari regionali e che si può iniziare a lavorare per trovare «nuovi punti di equilibrio». Non prima di settembre però, perché ogni confronto avrà senso soltanto dopo che Governo e Regioni avranno stipulato il nuovo Patto per la Salute, dal quale discenderanno gli indirizzi di fondo sui quali scrivere non solo la nuova convenzione delle farmacie, ma anche quella dei medici di famiglia. «Quanto alle risorse» prosegue la presidente Racca «abbiamo rassicurato Montaldo, che ricordava l’imprescindibilità di un rinnovo a costo zero: dimostreremo che la farmacia dei servizi si può finanziare da sola con i risparmi assicurati sulle altre voci di spesa. E l’assessore ha condiviso pienamente tale linea».

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: federfarma