Racca, col decreto Lorenzin è realtà la farmacia dei servizi

Redazione DottNet | 26/07/2013 23:38

''Un grazie sincero al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, perché ora la farmacia dei servizi potrà procedere più speditamente''. Così il presidente di Federfarma, Annarosa Racca, commenta in una nota la dell'approvazione in Consiglio dei ministri del ddl Omnibus.

All'articolo 8 - spiega il comunicato - il disegno di legge firmato dalla Lorenzin rimuove infatti vecchie barriere risalenti al Testo unico delle leggi sanitarie, datato 1934: la novità più importante arriva dal passaggio che consentirà ai professionisti del comparto sanitario (infermieri, fisioterapisti eccetera) di esercitare, ''in qualsiasi forma, la loro attività in farmacia'', eccezion fatta per i medici e tutte le altre figure abilitate alla prescrizione dei medicinali. Nel medesimo articolo è prevista anche una ''decisa'' semplificazione delle norme riguardanti la direzione della farmacia nelle sostituzioni e nelle società di gestione tra più farmacisti. ''Con questo disegno di legge che ora va in Parlamento - commenta il presidente Racca - le farmacie potranno finalmente accogliere al loro interno figure professionali la cui presenza consentirà l'erogazione di ulteriori servizi ancora più vicini alle esigenze della comunità. Servizi, soprattutto, che integreranno quanto già offre il Ssn per rendere l'assistenza sul territorio il più vicino possibile al domicilio del malato. Grazie ancora al ministro Lorenzin per aver presentato questo importante provvedimento'', conclude il presidente di Federfarma.

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato