Cittadinanzattiva: società civile nel patto per la salute

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 09/09/2013 20:26

Maggior coinvolgimento dei cittadini nelle scelte di politica sanitaria. A chiedere di allargare la discussione sul Patto per la Salute alla società civile, nel giorno in cui riparte il tavolo tra Governo e Regioni, è il Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

Così, dichiara Tonino Aceti, coordinatore nazionale dell'associazione che da anni raccoglie le segnalazioni dei disagi dei pazienti, si corre il rischio che il nuovo accordo "si riveli un ennesimo esercizio di stile del Ministero e delle Regioni su come far quadrare i conti, senza affrontare i problemi che i cittadini incontrano ogni giorno nei servizi sanitari". Ticket, Livelli Essenziali di Assistenza, rete ospedaliera e il sistema dei piani di rientro: queste le tematiche più delicate al centro del nuovo piano regolatore per la sanità che, secondo Aceti, "non devono essere calate passivamente sui cittadini ma dovrebbero essere oggetto di confronto con le Organizzazioni civiche che li rappresentano". Infine, il Tribunale dei diritti del malato punta l'attenzione su alcune tematiche che "non si capisce se siano al centro della discussione in atto", ovvero liste d'attesa, rischio clinico e contrasto alla corruzione in sanità. 

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: cittadinanzattiva

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato