Concorso, in Abruzzo manca la commissione

Farmacia | Redazione DottNet | 16/09/2013 19:20

Tempi lunghi in Abruzzo per l'assegnazione delle 85 sedi farmaceutiche. Dopo un iniziale rallentamento dovuto alle designazioni in capo all'Ordine dei farmacisti, che era stato segnalato a inizio anno, infatti, a tutt'oggi la Commissione esaminatrice non si sarebbe ancora insediata. Secondo la stampa locale, la causa dipende dagli effetti della denuncia del capogruppo dell'Idv in Regione, Lucrezio Paolini.

E il problema questa volta riguarderebbe i dirigenti Regionali, chiamati a far parte della Commissione esaminatrice. La questione, secondo l'esponente Idv, riguarderebbe i compensi e il "rischio" che la partecipazione alla Commissione avvenga a costo zero per la Regione, ma anche a guadagno zero per i dirigenti, per effetto di un decreto sulla spending review. «È un pessimo segnale - commenta Lucrezio Paolini - che arriva da tutta la classe dirigente regionale, eccezion fatta - è bene dirlo - per la dirigente del servizio Farmaceutico, cheavrebbe già fornito la sua adesione e attende che un suo collega faccia altrettanto». Il risultato, per il momento, è lo stallo del concorso che ha visto la partecipazione di quasi duemila candidati a conferma della grande attesa per il bando.

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: Federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato