Dentifrici e solari a rischio salute a causa del biossido di titanio

Redazione DottNet | 26/09/2013 14:57

farmaci cosmesi

Un ingrediente comunemente usato nei cosmetici per la protezione solare e nei dentifrici, il biossido di titanio, potrebbe essere potenzialmente rischioso per la salute. Lo dimostrano i ricercatori del dipartimento di chimica dell'università di Torino con un esperimento pubblicato su Chemical Research in Toxicology.

 "Si tratta delle due forme di biossido di titanio, l'anatasio ed il rutilo" precisa Francesco Turci, a capo dello studio, "Abbiamo scoperto che, una volta a contatto con la pelle, l'anatasio ne altera le proprietà di barriera, se irradiato con raggi ultravioletti. Ciò significa che potrebbe penetrare o facilitare il passaggio di altre sostanze chimiche contenute nei solari stessi". "I cosmetici in commercio sono sicuri - sottolinea Turci - per la salute umana perché i composti usati sono già ampiamente studiati ma il biossido di titanio è un foto-catalizzatore, possiede quindi una reattività potenziale che abbiamo riscontrato soprattutto in una delle sue forme cristalline, l'anatasio, che, a contatto con la pelle sottoposta ai raggi UV, genera radicali liberi e la modifica". "Il rutilo - precisa Turci - è comunque risultato meno reattivo rispetto all'anatasio ed è la forma che raccomandiamo per i cosmetici di protezione solare. Abbiamo inoltre osservato che l'anatasio è anche più resistente ai lavaggi e rimane sulla pelle anche dopo averla abbondantemente pulita".Il prossimo step dei ricercatori di Torino è sfruttare tali capacità del composto a vantaggio della medicina, sfruttandolo come veicolo di farmaci per curare patologie dermatologiche. 

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: Chemical Research in Toxicology.