Antitrust, stop ad azienda britannica per la vendita di farmaci online

Redazione DottNet | 07/10/2013 15:45

L'Antitrust ha intimato alla società britannica Hexpress Ltd di sospendere la vendita on-line di farmaci soggetti a prescrizione medica (i cosiddetti farmaci etici). Alla società, informa una nota dell'Antitrust, sono stati dati cinque giorni di tempo per rispettare la decisione dell'Autorità.

 Il provvedimento è stato adottato nell'ambito di un procedimento avviato alla luce di una segnalazione congiunta di Aifa, Nas, Ministero per lo Sviluppo Economico e Ministero della Salute e delle segnalazioni della Guardia di Finanza - Nucleo Speciale Tutela Mercati, di Federfarma, Federazione Ordine Farmacisti Italiani, nei confronti di un insieme di siti: oltre a 121doc.net, it.121doc.net e 121doc.it, anche i siti www.anagen.net e www.webpharmacy.biz.  Tutti i siti segnalati sembravano indurre il consumatore italiano a ritenere lecito, contrariamente al vero, l'acquisto di farmaci on-line. In realtà, attualmente, in Italia la vendita sul web di tutti i medicinali non è ammessa, in quanto la legge impone sempre la necessaria intermediazione fisica di un farmacista e, per alcuni farmaci, la previa prescrizione medica.  Il provvedimento di sospensiva riguarda solo i siti della società Hexpress Ltd perché nel corso del procedimento dal sito www.anagen.net sono state rimosse di tutte le indicazioni relative alla promozione dei farmaci ed eliminati tutti i link alle due farmacie online e, a partire dall'11 settembre il sito Webpharmacy non risulta invece più accessibile. 

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: antitrust

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato