Malattie cardiache: è boom in America

Medical Information Dottnet | 09/10/2013 12:27

«Negli Stati Uniti il tasso di morte cardiovascolare è circa il 50% superiore rispetto agli altri Paesi del mondo».

Secondo uno studio americano svolto dai Centers for Disease Control and Prevention su 200 mila americani, più della metà sono deceduti a causa di malattie cardiache e ictus e questi numeri potevano essere evitati.  

«La malattia cardiovascolare rimane la principale causa di morte negli Stati Uniti», dichiara Gregg Fonarow, portavoce dell’American Heart Association, nonché professore della University of California, Los Angeles. E aggiunge: «Bisogna intraprendere misure preventive e trattamenti efficaci per evitare ulteriori casi». 

Se vuoi approfondire l’argomento: 200,000 Heart Disease, Stroke Deaths Could Be Prevented: CDC

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato