Pani (Aifa): la sfida della ricerca per farmaci più precisi

Redazione DottNet | 24/10/2013 15:55

Non perdere la sfida della ricerca, sempre più globalizzata, per andare verso farmaci sempre più precisi, personalizzati. Luca Pani, direttore generale dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) al 36/o Congresso Nazionale della Società Italiana di Farmacologia, a Torino da oggi al 26 ottobre, ha sottolineato che oggi "la sfida più importante che le Agenzie come quella Italiana del Farmaco si trovano a dover affrontare e regolamentare è rappresentata dalla globalizzazione".

"Pensiamo - ha spiegato Pani - alle materie prime per la produzione dei farmaci o alle sperimentazioni cliniche, settori in cui la competizione tra paesi ed aree geografiche anche molto lontane dall'Europa è sempre più esasperata".  "Perdere quote di mercato in questo ambito - ha aggiunto Pani - significa rinunciare a conoscenze mediche che rappresentano un impoverimento non ripianabile, se non nel lungo periodo. Lo sguardo di Aifa è rivolto al futuro, poiché il modello blockbuster è definitivamente tramontato e si va verso molecole personalizzate, disegnate sull'individuo, per procedere verso la cosiddetta medicina di precisione. E' necessario, dunque, saper valorizzare in modo obiettivo l'innovazione per offrire ai cittadini farmaci sempre più efficaci e promuovere il corretto impiego degli stessi".

Fonte: aifa 

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato