Lombardia, aprire gli ospedali agli Mmg

Sanità pubblica | Redazione DottNet | 02/11/2013 13:05

In Lombardia una riforma della sanità “è necessaria perché nuovi bisogni richiedono nuovi aggiornamenti”. E “il nuovo bisogno esige e chiede impegni nuovi anche per i medici di famiglia”. Per questo “bisogna aprire loro gli ospedali (e lo dico ai direttori generali), perché con gli interscambi e una collaborazione adeguata con i medici di famiglia si possono risolvere i problemi emergenti del territorio.

Non solo quelli dei pazienti acuti, ma anche quelli dei cronici, dei malati oncologici, dei cardiopatici e di tutti coloro che rappresentano i bisogni più attuali ed imprescindibili della nuova società”. E’ l’appello lanciato a Pavia, durante l’inaugurazione del nuovo Policlinico San Matteo, dal vicepresidente e assessore alla Salute della Regione Lombardia, Mario Mantovani. “E’ necessario – ha affermato – che i medici ospedalieri collaborino sempre più e meglio con queste importanti figure di riferimento”. Mantovani ha chiesto inoltre la collaborazione di tutti alla riforma in cantiere. “Abbiamo bisogno di sentire la vostra voce”, ha detto: quella “dei sindaci, degli amministratori e di tutti coloro che hanno un rapporto quotidiano con il territorio, la famiglia e le persone”.

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: adn

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato