Tar, stop alla vendita di farmaci online della Hexpress

Redazione DottNet | 04/11/2013 16:48

farmaci federfarma sanità-pubblica nas

Resta confermato lo stop dell'Antitrust alla società britannica 'Hexpress Ltd' di vendere online farmaci soggetti a prescrizione medica (i cosiddetti 'farmaci etici'). Lo ha deciso la I sezione del Tar del Lazio, presieduta da Calogero Piscitello, che ha respinto la richiesta con la quale la stessa società sollecitava la sospensione del provvedimento con il quale l'Autorità il 2 ottobre scorso le aveva intimato di sospendere la vendita online, dando cinque giorni di tempo per rispettare la decisione.

Il provvedimento fu adottato dopo una segnalazione congiunta di Aifa, Nas, Ministero per lo Sviluppo Economico e Ministero della Salute, ma anche di segnalazioni di Guardia di Finanza, Federfarma e Federazione Ordine Farmacisti Italiani. Per l'Autorità i siti segnalati sembravano indurre il consumatore italiano a ritenere lecito, contrariamente al vero, l'acquisto di farmaci online; mentre attualmente in Italia la vendita sul web di tutti i medicinali non è ammessa, in quanto la legge impone sempre l'intermediazione fisica di un farmacista e, per alcuni farmaci, la prescrizione medica "Allo stato - si legge nell'ordinanza del Tar - le modalità di vendita non paiono conformi né alla legge né alle norme sulla disciplina di vendita di farmaci che richiedono la prescrizione medica". I giudici hanno inoltre escluso che "l'attività censurata consista in una mera pubblicità abusiva, mentre è sostenibile che la presentazione della vendita sui siti possa indurre i consumatori a ritenere legittimo l'acquisto online di farmaci". 

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione 

Fonte: Tar