Odontoiatri, esame solo dopo un anno di pratica

Redazione DottNet | 10/11/2013 11:01

fnomceo sanità-pubblica odontoiatria

Occorre istituire un esame di Stato, o meglio un esame di laurea abilitante che comprenda un anno di pratica clinica e in cui siano rappresentati gli ordini professionali: è questa la strategia a cui puntano gli odontoiatri, come è emerso agli Stati generali dell'Odontoiatria, svoltisi qualche giorno fa presso la Fnocmeo, sul cui sito è presente un resoconto.

''Rimangono forti di preoccupazione nel mondo odontoiatrico - spiega Giuseppe Renzo, presidente della Commissione Albo odontoiatri (Cao) - in un Paese come il nostro dove, ad esempio, l'accesso dei giovani alla professione avviene in ritardo rispetto ad altri Paesi europei, con ripercussioni sul sistema pensionistico. Ma non c'è solo questo. Ma ci dobbiamo muovere su più fronti, ripensare l'assistenza odontoiatrica in Italia che dovrà essere garantita anche ai meno abbienti, e poi dobbiamo prepararci alla data del 1 gennaio 2014, quando sarà operativa la libera circolazione dei professionisti nell'Eurozona''.  La Cao, annuncia Renzo, ''elaborerà in tempi brevi un documento che sottoporrà all'esame di tutti i soggetti oggi presenti, perché da ora in avanti ci dovremo muovere per avere regole condivise, che poi andranno applicate perché l'odontoiatria deve definitivamente uscire dalla palude - conclude - Sull'esame di laurea abilitante e gli altri argomenti chiederemo incontri ai Ministeri della Salute e dell'Università''.

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: fnomceo