Soi, denunce aumentate del 200 per cento in dieci anni

Redazione DottNet | 26/11/2013 16:29

oftalmologia spesa-sanitaria malasanità

Aumento indiscriminato delle denunce contro gli 'errori' dei chirurghi, crescita abnorme del contenzioso (aumentato al 200% dal '94 a oggi) e, di pari passo, della medicina 'difensiva', praticata ormai dal 93% dei medici, che causa uno sperpero di fondi pubblici pari al 10% della spesa sanitaria.

 A citare questi dati è Teresio Avitabile, direttore della clinica oculistica dell'Università di Catania, all'incontro per presentare il Congresso nazionale della Società Oftalmologica Italiana (Soi), che avrà luogo a Roma da venerdì 29 novembre a lunedì 2 dicembre. Gli oftalmologi si piazzano al sesto posto nella speciale classifica tra i più denunciati che vede in testa gli ortopedici, seguiti dai medici del pronto soccorso e dai ginecologi. ''Tra qualche anno – osserva – non avremo più specialisti di queste branche, perché i giovani medici hanno paura''. Il motivo, secondo Avitabile, sta nella falsa convinzione che oggi la medicina debba dare la certezza del risultato, escludendo possibili complicanze. In più, stuoli di avvocati premono sull'opinione pubblica, anche attraverso messaggi pubblicitari, invogliando a denunciare ogni intervento che non sia andato a buon fine, promettendo, comunque vada, l'assenza di spese. 

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: soi