Studi di settore, approvati quelli delle farmacie

Redazione DottNet | 02/12/2013 16:10

aziende-farmaceutiche federfarma farmacia anci

Approvati giovedì dalla Commissione degli esperti gli studi di settore per il triennio 2013-2015, che ora passano al vaglio del ministero dell’Economia per il via libera definitivo. In tutto sono 69 gli studi che hanno avuto luce verde, tra i quali quello riguardante le farmacie (che cominceranno ad applicarlo dalla dichiarazione dei redditi 2014).

Nell’esaminarli la Commissione, composta da rappresentanti dell’Amministrazione finanziaria, dell’Anci, delle Associazioni di categoria e della Sose, ha auspicato l’adozione in corso d’opera di strumenti di analisi che misurino adeguatamente gli effetti della crisi e consentano il ricorso a correttivi adeguati. In particolare Giovanna Castelli, nella Commissione in qualità di esperto per Federfarma, ha ricordato che i dati 2011 – sui quali si basano gli studi di settore – rischiano di non fotografare adeguatamente la realtà delle farmacie nel presente, cosa di cui sarà opportuno tenere conto a marzo quando si dovranno mettere in campo gli eventuali correttivi. 

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: federfarma, filodiretto