Sodio Valproato: allerting speciale per l’impiego in gravidanza

Pediatria | Medical Information Dottnet | 03/12/2013 16:22

«Il sodio valproato non deve essere utilizzato dalle donne in gravidanza almeno che non vi siano alternative efficaci».

E’ ben noto che l'uso del valproato in gravidanza è associato ad un maggior rischio di alcuni tipi di malformazioni  del feto (in particolare difetti del tubo neurale) rispetto ad altri farmaci antiepilettici.

I risultati ottenuti da recenti studi sull'associazione tra l'esposizione fetale al valproato e ritardo dello sviluppo neurologico o sviluppo di un disturbo dello spettro autistico da parte del feto hanno richiesto una rivalutazione del bilancio rischio-beneficio di questo farmaco. Tale rivalutazione è attualmente in corso in Europa  e gli aggiornamenti saranno rilasciati a tempo debito.

Per approfondire: Sodium valproate: special reminder on risk of neurodevelopmental delay in children following maternal use—not for use in pregnancy unless there is no effective alternative

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato