In Italia troppe amputazioni: boom in Sicilia

Redazione DottNet | 10/12/2013 18:08

Ogni anno in Italia si eseguono in media 13mila amputazioni, di cui 1.249 solo in Sicilia, 750 in Campania, 720 in Lombardia. A rilevarlo è l'Associazione nazionale infezioni ossee (Anio) in una nota. ''Si tratta di una casistica troppo elevata rispetto alla reale esigenza clinica'', commenta Giorgio Maria Calori, presidente di Estrot (European society of tissue regeneration in ortopaedics and trauma).

''Quella della amputazioni - aggiunge - non è una realtà assolutamente trascurabile, poiché fonte di grande sofferenza per i malati e di gravoso impatto economico per la società''. Il Drg complessivo ''per un'amputazione è infatti di 30mila euro circa - aggiunge Girolamo Calsabianca, segretario nazionale Anio - mentre un trattamento di infezioni ossee costa tra gli 8 e i 12mila euro''. Ogni anno in Italia sono 28mila i casi di infezioni osteoarticolari che derivano da complessità ortopedica, complicanze diabetiche e vascolari, infezioni ortopediche provenienti da fratture esposte, protesi infette o casi che si manifestano a seguito di intervento chirurgici per sale operatorie non adeguate allo standard europeo. ''Gestirli correttamente - continua Calsabianca - è un grande problema per l'esiguità di centri altamente specializzati. C'è inoltre la carenza di linee guida dal Ministero della Salute che obblighino percorsi multidisciplinari per la presa in carico di tali soggetti''. 

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: estrot

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato