A Roma il primo centro per test farmaci conto terzi

Farmaci | Redazione DottNet | 16/01/2014 14:28

Per semplificare la vita alle aziende e alle istituzioni interessate a condurre un test clinico è nato a Roma un centro che lo segue in tutte le fasi, dagli esperimenti veri e propri alla burocrazia. Il primo 'Clinical Trial Center' di questo tipo in Italia è stato presentato oggi dal Policlinico Gemelli e dall'università Cattolica.

 Il centro, che gestirà le centinaia di sperimentazioni condotte già ora all'interno del Gemelli, si focalizzerà soprattutto sulla fase 2 della sperimentazione, quella in cui per un farmaco si determina se è veramente efficace, e almeno all'inizio si concentrerà sui settori dell'oncologia e delle malattie rare, pur restando aperto a tutti gli altri, con un occhio anche alla medicina di genere. Un master garantirà anche la formazione di personale qualificato. ''Le aziende farmaceutiche hanno sempre più la tendenza a delegare all'esterno le varie fasi della sperimentazione - spiega il direttore Antonino Amato -. Il mercato per i centri come il nostro nel prossimo futuro è stimato in 10 miliardi di dollari. Il centro è già operativo, e abbiamo le prime tre aziende interessate a lavorare con noi''. L'investimento è di alcune centinaia di migliaia di euro, che dovrebbero però essere 'ripagate' in pochi anni. ''La nascita del centro - ha spiegato il direttore del Policlinico Maurizio Guizzardi - è un ulteriore tassello del mosaico con cui si sta costruendo il nuovo Gemelli, che si attrezza per raccogliere le nuove sfide del sistema salute''. Il Gemelli, ha ricordato il preside della facoltà di Medicina Rocco Bellantone, è già ai primi posti in Italia per numero di sperimentazioni portate avanti. ''Con il centro - ha affermato - non potremo che incrementare questi risultati''.  

Fonte: gemelli

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato