Lorenzin, spesa in farmacia sotto controllo. Sfora negli ospedali

Farmacia | Redazione DottNet | 22/01/2014 15:49

La spesa farmaceutica "è sotto controllo per quanto riguarda la parte territoriale, mentre quella ospedaliera sfora rispetto al tetto prestabilito" ma prima di pensare di rivalutare il tetto, bisogna capire perché la spesa sfora". Lo ha spiegato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin a margine di una audizione alla Camera sul Patto per la Salute.

 La spesa farmaceutica in Italia è "sotto controllo", ha sottolineato il ministro, ma è "talmente bassa" da avere creato "un mercato parallelo dei farmaci", tanto che "le farmacie arrivano a non essere rifornite dei medicinali di cui hanno necessità", come ha denunciato nei giorni scorsi Federfarma Lazio. Per arginare il fenomeno, ha ricordato Lorenzin, "stiamo lavorando a più di una ipotesi normativa" che andrà inserita nel decreto di recepimento della direttiva europea sulla vendita dei farmaci online (Codice dei farmaci per uso umano), che è già all'attenzione delle commissioni parlamentari per i pareri. Nel corso dell'audizione a proposito della farmaceutica il ministro ha ricordato anche che "occorre affrontare il tema della medicina personalizzata, che oggi viene toccato solo in piccoli tavoli tecnici. Trovo che quello dei farmaci generici o degli innovativi sia oggi un argomento 'giurassico', perché presto tutti vorranno accedere alle terapie mirate che non costeranno più 7-8.000 euro a ciclo come i chemioterapici attuali, ma 150-200.000 euro. E bisogna porsi la domanda, anche con il mondo industriale, di come garantire ai cittadini il meglio che c'è, ponendo anche la questione della compartecipazione alla spesa sanitaria". 

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: ministero della salute

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato