Un Odg per depenalizzare la detenzione in farmacia di prodotti guasti

Redazione DottNet | 23/01/2014 11:24

farmaci sanità-pubblica farmacia

Avere in farmacia prodotti guasti o scaduti non sarà più un reato penale bensì solo un illecito amministrativo: l'emendamento al provvedimento di “Delega al Governo in materia di pene detentive non carcerarie e disposizioni in materia di sospensione del procedimento con messa alla prova e nei confronti degli irreperibili”, a firma dei Sen. Giacomo Caliendo, Luigi D’Ambrosio Lettieri (nella foto) e Andrea Mandelli, (che è stato trasformato nell’ordine del giorno n. G3.0.200, accolto dal Governo), prevede appunto che l’Esecutivo affronti e risolva le problematiche in materia di depenalizzazione del reato di detenzione di medicinali guasti e imperfetti.

In particolare, la proposta, ferma restando la sanzione penale per chiunque ponesse in commercio o somministrasse medicinali guasti o imperfetti, prevede una sanzione amministrativa per la mera detenzione in farmacia di medicinali scaduti, che risultassero guasti o imperfetti. Inoltre, in riferimento alla “Conversione in legge del decreto-legge 30 dicembre 2013, n. 150, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative”, l’emendamento n. 7.2, a firma dei Sen. Andrea Mandelli e Luigi D’Ambrosio Lettieri, finalizzato a prevedere che il processo di riforma del metodo di remunerazione della filiera distributiva del farmaco si concluda entro il 1° gennaio 2015, in precedenza dichiarato improponibile, è stato oggetto di nuova valutazione e, conseguentemente, ammesso all’esame.

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: senato della Repubblica, qs