Giovane mamma muore: indagati 85 medici per omicidio colposo

Redazione DottNet | 27/01/2014 15:06

asl professione sanità-pubblica malasanità

Ottantacinque medici di vari ospedali di Veneto ed Emilia Romagna sono stati iscritti nel registro degli indagati della Procura di Padova con l'accusa di concorso in omicidio colposo per la morte di una giovane mamma, deceduta sei mesi dopo aver dato alla luce il figlio, per un tumore al colon.

 Il fascicolo è stato trasmesso dalla Procura al gip con la richiesta di archiviazione ma la famiglia della donna si oppone, accusando i sanitari di non essersi accorti della neoplasia. Il 27 marzo, come riporta il Gazzettino, ci sarà l'udienza davanti al gip, che rischia di essere particolarmente affollata viste le decine di medici - dell'Azienda ospedaliera di Padova, dello Iov di Padova, del presidio ospedaliero di Mirano (Venezia), dell'ospedale di Dolo e dell'Ospedale Maggiore di Bologna - che risultano indagati. La mamma di 29 anni di Camponogara (Venezia) nel maggio del 2011 aveva partorito il secondo figlio all'ospedale di Padova. Secondo i familiari, sarebbe stata già in metastasi ma nessun sanitario si sarebbe accorto del male che l'ha stroncata nel dicembre dello stesso anno. Viceversa, a giudizio del consulente del pm, che scagiona tutti i medici, la paziente sarebbe stata vittima dell'evoluzione, rapida e invasiva, della malattia.

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

Fonte: ansa