Italia leader nella lotta alla contraffazione dei farmaci

Farmaci | Redazione DottNet | 30/01/2014 12:25

L'Italia, in materia di contrasto alla contraffazione dei farmaci - fenomeno che, secondo le stime dell'Oms rappresentano a livello mondiale il 10% del totale - è considerata maestra, grazie alla task force promossa da Governo, Ministero della Sanità insieme all'Agenzia Italiana del farmaco (Aifa), Nas, Unicri e enti locali.

Tanto che esperti italiani presenzieranno, il 18 marzo in Romania, alla firma di un'analoga task force per fronteggiare il fenomeno. L'unico altro Paese in Europa che ha una task force analoga è la Gran Bretagna. E' quanto è emerso ad un seminario promosso dalla Camera di Commercio di Torino, coinvolta direttamente nel locale osservatorio provinciale nato nel 2007 su indicazione della Prefettura per supportare il contrasto al fenomeno. "Oggi il commercio di farmaci contraffatti passa soprattutto attraverso internet - ha spiegato Paolo Mignone, vicepresidente della Camera di Commercio - si tratta per lo più di farmaci per lo sviluppo dell'attività sessuale e della muscolatura, che acquistati on line costano molto meno, anche sotto la metà. Per fortuna in Italia dove abbiamo un servizio sanitario in questo senso efficiente e anche una rete di controllo della circolazione dei farmaci molto serrata, è praticamente nullo il commercio di altri tipi di farmaci come invece accade in altri Paesi, soprattutto in quelli più poveri e in Africa".

Fonte: ansa

 Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato