Omeopatici, l'emendamento diventa Odg

Redazione DottNet | 01/02/2014 15:30

Luce verde in Senato al ddl di conversione del decreto Milleproroghe, che si avvia ora alla Camera per il via libera finale. Confermato all’articolo 7 l’emendamento che sulla nuova remunerazione delle farmacie rende ultimativo il termine del 1 gennaio 2015 (con la riforma da varare «entro» anziché «a decorrere»), saltano invece parecchie altre richieste di modifica presentate in aula per procrastinare scadenze varie.

 Tra queste, spicca l’emendamento (sostenuto tra gli altri da Dirindin, Bianco, Silvestro, Romani e Bianconi) che mirava a rinviare la scadenza delle autorizzazioni di cui godono (fino al 31 dicembre 2015) i medicinali omeopatici in commercio dal 1995, per i quali l’Aifa sta predisponendo procedure specifiche per il rinnovo della registrazione. L’emendamento è stato così trasformato dai firmatari in un ordine del giorno che impegna il Governo «ad adottare le necessarie iniziative per una concreta ed effettiva semplificazione sia della documentazione che le aziende devono presentare, sia dell'esame delle domande da parte di Aifa, così da garantire, entro il 31 dicembre 2015, il rinnovo dell'autorizzazione dei medicinali omeopatici che sono utilizzati dai cittadini da più di venti anni».

Fonte: federfarma

Se l’articolo ti è piaciuto inoltralo ad un collega utilizzando l’apposita funzione

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato