Anche la Puglia in campo contro le carenze di farmaci

Naprebengel Voice | 04/02/2014 10:29

farmaci paziente

Contro le carenze, l’assessorato alla Sanità della Regione inviti le Asl a vigilare sui grossisti e accertare che ottemperino agli obblighi di legge: detenzione degli stupefanti della tabella 2, disponibilità di almeno il 90% dei medicinali rimborsati, consegna alle farmacie entro le dodici ore dalla richiesta.

L’esortazione arriva da Ignazio Zullo, capogruppo Fi-Pdl nel Consiglio regionale della Puglia, attraverso una nota diramata dall’Agenzia stampa dell’assemblea: crescono i disagi dei pazienti per l’irreperibilità di farmaci destinati al trattamento di patologie anche gravi, scrive Zullo, e la causa va cercata nel decreto Bersani che otto anni fa consentì alle farmacie di ottenere l’autorizzazione al commercio all’ingrosso dei medicinali. Per contrastare il fenomeno, dunque, il capogruppo Fi-Pdl propone la stessa ricetta che Federfarma fece propria l’estate scorsa con la formula “tolleranza zero”: soltanto una massiccia campagna di controlli, era l’idea, porta alla luce i grossisti che fanno poca distribuzione e tanta esportazione (parallela). Zullo, addirittura, invoca l’intervento degli Ordini perché richiamino i farmacisti «a evitare o abbandonare pratiche legittime sul piano delle norme ma deontologicamente scorrette, in quanto capaci di incidere negativamente sull’assistenza farmaceutica garantita dalle farmacie».

Fonte: federfarma