Il sussidio Enpaf potrebbe diventare annuale

Flavofort Voice | 04/02/2014 10:54

Il contributo una tantum che l’Enpaf si preparara a elargire alle farmacie rurali in maggiore difficoltà potrebbe trasformarsi in uno strumento di sostegno dalla cadenza annuale. L’ipotesi è emersa oggi al Consiglio delle Regioni del Sunifar, nel corso della quale una delegazione dell’ente– guidata dal presidente Emilio Croce – ha incontrato i delegati della ruralità per illustrare le iniziative dell’istituto nel campo dell’assistenza: sussidi continuativi, sussidi per figli con grave disabilità, indennizzi, prestazioni assistenziali straordinarie eccetera.

Appurato che una consistente fetta di titolari non è adeguatamente informata sull’esistenza di tali strumenti, il Consiglio ha impegnato il Sunifar ad avviare un’intensa campagna di divulgazione tra i rurali e a valutare con l’Enpaf eventuali interventi aggiuntivi per le farmacie più disagiate.

Sostegno ai titolari indeboliti dalla crisi sotto i riflettori anche nel Consiglio delle regioni di Federfarma: nel corso dell’assemblea, infatti, è stato esaminato il progetto Farmacia Sicura, il programma di supporto finanziario che il sindacato si appresta a mettere a disposizione delle farmacie più esposte all’indebitamento. Come si ricorderà, il progetto vede la partecipazione di Promofarma (la società di servizi di Federfarma), Credifarma e Farmafidi: ai titolari che intendono avvalersi del programma, i tre partner propongono un percorso pluriennale di rientro dal debito ritagliato sul singolo caso in virtù di una “due diligence” iniziale che ha messo in luce criticità e punti di solidità dell’azienda; inoltre, il programma prevede una ristrutturazione degli impegni nei confronti dei creditori e un’assistenza gestionale continuativa fino all’uscita dal debito.

fonte: federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato